La classe non ha rivali.

Meritata la vittoria di Nadal che strappa dopo 5 anni il titolo a Federer, dopo 4 ore e 48 minuti di guerra.

Un match adrenalinico, una lotta all’ultimo punto tra due immensi del tennis che schiaffeggiano la palla con una grinta e una determinazione esemplari; meno esemplare, come al solito, l’atteggiamento di Rafa che non manca di indugiare al servizio con palleggi e smutandate che gli costano un’ammonizione.

Scontato il godimento di Clerici e Tommasi, gli esilaranti commentatori, di fronte a uno scontro di tale livello; meno prevedibile invece il coinvolgimento del compito pubblico inglese che ha mollato i freni inibitori, partecipando in maniera partcolarmente attiva senza mai rinunciare a bon ton e cappellini, of course.

Bravissimo lo spagnolo, niente da obiettare: sul campo è ovunque e gioca con una lucidità precoce rispetto alla sua giovane età (22 anni); mostra un visibile miglioramento in quasi tutti i colpi, tuttavia credo che anche gli allenamenti più duri non gli doneranno lo stile e l’eleganza di Mr. Roger.

Annunci

3 commenti

Archiviato in Attualità

3 risposte a “La classe non ha rivali.

  1. h

    nadal è un grattaculo…lo odio.

    dai roger, ritorna subito grande!

    H il tennistaro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...