Voglio la testa sgombra da tonno.

“Dopo pranzo la pz (paziente) avvertiva flashing al volto.”

In effetti “flashata” mi sembra il termine adeguato per descrivere la mia condizione fisica di ieri – e un po’ anche di oggi. Ma torniamo indietro di qualche giorno…

Lunedì 1 settembre ora di cena, atterro a Malpensa dopo un viaggio incredibile di 17 giorni fra masala, colori e sorrisi (in India), con puntatina finale nel paradiso in terra (Asdu, Maldive): un’esperienza indimenticabile. Sto aspettando le mie valigie e, mano a mano che il fiume dei bagagli scorre davanti a me, la mia mente si allontana verso alcune immagini della vacanza appena vissuta…

…il casino di Varanasi…il colore del Gange…il crematorio…la corsa in tuc-tuc…le persone che fanno la fila per fare la foto con te o per stringerti la mano…i profumi…gli occhi dei bambini…gli elefanti elettorali…la testata più forte che ho preso in vita mia…i fiori freschi…i balli latino-americani con alcune famiglie indiane in un albergo sperdutissimo…la campagna…il treno indiano…la spiritualità…le mucche sui binari e ovunque…l’Ambassador che mi vorrei portare a casa…la cortesia della gente…i clacson a dir poco fantasiosi…Bombay…la gente che dorme perfino sulle travi sotto i ponti…e poi Asdu…che dire di lei…

Trolley recuperato, si torna a casa.

Martedì 2 settembre sarei dovuta tornare al lavoro (ah per la cronaca: le valigie sono arrivate) MA un raffreddore monsonico si è impossessato di me e, febbricitante, ho chiamato per dire che sarei rientrata il giorno seguente.

Mercoledì 3 settembre alle 8:00 riprende la mia vita da pendolare, litigo con la macchinetta per fare l’abbonamento delle Nord e vado alla volta del capoluogo lombardo; la mattinata trascorre tranquilla fra qualche chiacchiera e qualche racconto estivo tra colleghi, è già ora di pranzo e il primo giorno sembra essere un atterraggio morbido. SEMBRA. Non so cosa ordinare e alla fine opto per un’insalatona: sì, una bella e salutare insalatona mista!

Mercoledì 3 settembre, ore 15:20: io e la Cami (Cipì) siamo sedute al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore di Milano con la faccia rossa ma, ahimè, il codice di priorità verde. Un attimo dopo non siamo più sedute, stiamo correndo in bagno leggiadre e disinvolte in due direzioni opposte (per dovere di cronaca vi preciso che questa coreografia  sincronizzata, degna di una medaglia a Pechino, si è ripetuta per ben 3 volte).

Mercoledì 3 settembre, ore 19:45. Dopo un pomeriggio assurdo, passato nella sala d’attesa a imprecare contro la porta scorrevole, a riempire la mia nuova rubrica kitsch comprata in India e a raccontarci avventure improbabili, io e la Cami (Cipì) stiamo uscendo con il nostro referto in mano: SGOMBRITE.

L’igiene indiano? Vi dico solo che lì sono sempre stata bene mangiando dappertutto, anche in ristorantini in cui non era consigliabile guardare la cucina o andare alla toilette.

Quel che si dice un rientro in grande stile.

Keps*

Annunci

6 commenti

Archiviato in Attualità

6 risposte a “Voglio la testa sgombra da tonno.

  1. Sgombrite fa ridere già di suo…. ah ah

    emmm scusate… certo che sfiga… vabbè almeno Cipì ha un po’ di materiale per le strip…
    Ma in tutto ciò “The Bride” è rimasta immune?

  2. pupillegustative

    Sìsì immune (non ha mangiato il tonno)! Anche se a dire la verità, nello stesso locale, a lei si era gonfiata la lingua un po’ di tempo fa…
    K*

  3. h

    dai su ragazzi SGOMBRITE, SGOMBRITE!!!

    ma dove l’hai preso il raffreddore?

    in quatar???

    sergio conforti

  4. pupillegustative

    Sì sì, nel Quatar: è per quello che ieri sono venuta al Pala-Sciarp.
    Keps*

  5. luca, “the bride” sarà anche rimasta immune quel giorno, ma ti assicuro che ha la sgombrite 364 giorni l’anno! AHAHHAHAHAHAAHAH!

    comunque gente, non potete capire cosa significa avere la sindrome dello sgombro.
    non potete capire.

    =D

  6. La Francy

    brutti ceffi!!
    ieri avrei voluto farvi una foto e poi voglio vedere che commenti su di voi venivano fuori…altro che continuare a nominare “the bride”!!
    vogliamo per caso ricordare i vostri “piccoli” acciacchi!??!
    denti del giudizio, malaria, aviaria, calcoli, verme solitario, raffreddori sospetti, orecchie tappate da non si sa cosa…..eh?!?!!?
    F.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...