Elio come ossigeno.

Che alle Pupille piacciono gli Elii è cosa ormai nota, ma ultimamente non perdiamo davvero un colpo.

Potevamo forse mancare lo scorso giovedì 4 settembre al Palasharp di Milano? La risposta va da sè e il gruppo era ben nutrito: io, Jobander, l’Herminetor, il Cums, la Mary, Teo, Jopanda (il cuggino amico di tutti), Pg, la Lau e altri amici (Mino non era presente, ma era come se lo fosse: come da tradizione, al posto di “Forza panino” noi si canta “Carletti Mino”). Nonostante non fosse il primo concerto della band per nessuno di noi, eravamo tutti impazienti; da una parte eravamo curiosi di vedere quali nuove trovate esilaranti avevano escogitato questi geni, dall’altra aspettavamo i classici da cantare senza esitazione. E come sempre non siamo stati delusi: musica di altissima qualità, coreografie leggiadre (vedi Mangoni), ironia scrosciante come gli applausi del pubblico che riempiva il palazzetto.

Grandi, da assumere ogni volta che è possibile in dosi massicce, anzi, supermassicce.

Keps*

Annunci

3 commenti

Archiviato in Attualità

3 risposte a “Elio come ossigeno.

  1. Hermann, tuo cuggino è rispettato, amico di tutti.
    Grande Jopanderson mascherato da turista svedese.

  2. pupillegustative

    Aauhuhauhahua: mitico con la maglietta dei Duck Tales e il cappellino all’indietro!
    K*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...